Home / Attività / Chelsea Flower Show

In concorso all'edizione 2010 del Chelsea Flower Show vi era, evento assai raro, anche un giardino italiano. Si tratta del giardino Luci e Colori delle Alpi, progettato dagli agronomi Francesco Decembrini e Daniele Zanzi. Sono infatti stati pochissimi i progettisti italiani che sono riusciti ad accedere a questo evento di fama mondiale - solo due precedenti dal 1862, quando prese avvio la manifestazione. 


Il giardino ha riproposto come tema il paesaggio alpino e, in particolare, ha reso omaggio a quelle piante capaci di adattarsi a condizioni ambientali estreme e che generalmente non sono particolarmente apprezzate nei giardini tradizionali. L'allestimento è stato realizzato dai giardinieri Fitoconsult, utilizzando rocce, pietre e piante originarie delle regioni alpine del Nord Italia. 
In particolare il giardino ha concorso nella sezione "Courtyard Gardens". La struttura è costituita da un rettangolo di 5,00 x 4,00 m di lato, parzialmente chiuso su tre lati da pareti a specchio su cui sono state dipinti i profili di catene montuose; sempre a specchio sono le strutture a forma di prisma che, come piramidi di ghiaccio o punte di diamante, si alzano qua e la dal tappeto di piante alpine. 
L'ampio utilizzo di specchi nasce dalla volontà di ricreare i riflessi della neve e la luce intensa e chiara tipica dei paesaggi di alta montagna. 
Grazie a queste superfici le immagini delle piante e delle rocce sono riflesse più volte, creando dei giochi di illusione ottica e di dilatazione dello spazio. Un sistema di nebulizzazione dell'acqua riproduce le condizioni di nebbia mattutina o delle nuvole intrappolate tra le cime delle montagne. 
L'energia necessaria al funzionamento delle luci e dei nebulizzatori è fornita da un sistema di pannelli solari supportati da una struttura lignea - una sorta di albero "energetico". Alcune lampade sono state posizionate per creare effetti luminosi scenografici. 
Il giardino si è aggiudicato la medaglia di bronzo

Per rivivere passo a passo la grande avventura del Chelsea Flower Show, consultate l'album fotografico della gallery


Il Chelsea Flower Show è considerato una delle più importanti, se non la più importante in assoluto, manifestazione nel mondo del giardinaggio e dell'orticoltura. 
L'evento, organizzato dalla Royal Horticultural Society all'interno del giardino del Royal Hospital Chelsea - Londra attira ogni anno migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo, che accorrono per vedere in anteprima le nuove tendenze in fatto di piante, fiori e architettura di giardini. Da qui nascono infatti le mode che detteranno le regole per creare i giardini, da quelli semplici a quelli più sofisticati. 
Oltre alla presenza di centinaia di espositori che presentano le migliori collezioni di piante e fiori di ogni provenienza, la sezione più affascinante della manifestazione, che attrae maggiormente l'attenzione dei media e dei visitatori, è sicuramente quella che ospita le realizzazioni di giardini ad opera di architetti, designer ed artisti di fama internazionale. 
Il Chelsea Flower Show rappresenta anche un grande evento mondano per l'alta società britannica, al quale partecipano uomini politici, capitani di industria e celebrità del mondo dello spettacolo. Gli stessi membri della famiglia reale non mancano di visitare in forma riservata l'esposizione. 
La Royal Horticultural Society (RHS) organizzò la prima grande esposizione floreale nel 1862 presso i Kensington Gardens, con il nome di "Great Spring Show" alla quale seguirono ben 26 edizioni annuali. Nel 1888 la RHS decise di cambiare la location e la manifestazione fu trasferita a Londra, prima ai Temple Gardens, poi nel 1913 nei giardini del Royal Hospital a Chelsea. Il sito si dimostrò perfetto per una manifestazione di questo genere e qui è rimasto da allora senza alcuna soluzione di continuità, tranne una sospensione durante la Seconda Guerra Mondiale. 
Ogni anno la manifestazione ospita circa 40 allestimenti di giardini organizzati in diverse categorie: 15 "Show Gardens", 9 Courtyard Gardens e 15 "Urban Gardens". Le migliori realizzazioni, valutate da una giuria di esperti, vengono insignite di premi sotto forma di medaglie d'oro, argento e bronzo. 
La sola partecipazione alla manifestazione, a cui si accede solamente dopo aver superato diverse fasi di selezione, costituisce di per sé un gran privilegio e permette di essere protagonisti in una vetrina mondiale esclusiva. 
Ogni giardino trova spazio nel catalogo ufficiale dello Show distribuito all'ingresso e all'interno del sito internet ufficiale della Royal Horticultural Society. 
L'evento è seguito costantemente dalla BBC e si stima che oltre 1300 tra giornalisti e fotografi frequentano l'esposizione. 
Un Ufficio Stampa ha il compito di promuovere ogni partecipante attraverso attività di marketing e contatti con i media britannici ed internazionali, al fine di sfruttare mutualmente i vantaggi di una pubblicità su larga scala. 
Per maggiori informazioni sull'evento annuale potete consultare il sito della Royal Horticultural Society www.rhs.org.uk